Canalizzare l’energia: iniziamo con un semplice esercizio

Alcuni di voi mi hanno chiesto di trascrivere un esercizio che abbiamo fatto durante un workshop dedicato ai chakra, per poterlo rifare a casa anche con familiari o amici che non hanno mai provato, essendo un esercizio di livello base.

L’esercizio serve dare maggiore equilibrio al primo chakra, quello della radice.
Questo chakra è situato alla base della nostra colonna vertebrale e rappresenta il collegamento con la Madre Terra. Se abbiamo il chakra della radice in equilibrio, sarà più facile avere anche gli altri in equilibrio, proprio come le fondamenta delle case danno stabilità e sicurezza per poter costruire il resto del palazzo.

Nei testi classici di tantra yoga, Mūlādhāra, che in sanscrito significa “radice, sostegno“, viene raffigurato da un fiore di loto a quattro petali color cremisi. Questo chakra è associato all’infanzia, alle emozioni, alla gioia di vivere e al senso di sicurezza. Se si praticano esercizi sul Muladhara, si favorisce stabilità e rafforzamento dell’organismo sia fisico che emotivo.

Prima di passare al nostro esercizio, ancora qualche informazione sul primo chakra, in particolare se siamo in un periodo in cui stiamo per affrontare un cambio di lavoro, casa o a livello personale. Infatti, quando questo chakra è “SCARICO” – cioè non fluisce energia a sufficienza, potremmo provare senso di insicurezza, non avere forza per le attività quotidiane e sentirci scoraggiati nell’affrontare qualsiasi situazione. Al contrario quando c’è un “SOVRACARICO” di energia possiamo essere rigidi e contrari ai cambiamenti, essere aggressivi e attaccati eccessivamente al denaro.

Dedichiamo ora un po’ di tempo a noi stessi e al nostro benessere, provando questa semplice meditazione. E’ un momento importante e dobbiamo fare in modo di non essere interrotti: spegniamo i cellulari e avvisiamo chi è in casa che per i prossimi quindici minuti siamo impegnati.

Meditazione: equilibrio primo chakra

Trova una posizione comoda: seduta o sdraiata è indifferente, l’importante è che la colonna vertebrale sia bella dritta.
Chiudi gli occhi.
Rilassati e concentrati sul tuo respiro, senza modificarlo, per due minuti: inspira per 4 secondi, trattieni il fiato per 2 secondi, espira lentamente per 4 secondi e aspetta 2 secondi e ripeti per un paio di minuti.

E’ molto importante adesso che concentri la tua attenzione nella zona dove risiede il primo chakra: senti bene dove la base della colonna entra in contatto con la sedia, il letto o il pavimento. E’ molto importante sentire realmente questi punti perché rappresentano la connessione con la Terra. Lascia andare tutte le tensioni e scaricale a terra.
Ripeti a te stesso “io ho sicurezza” oppure “io ho ciò di cui ho bisogno”.
Ora aggiungiamo un ultimo pezzettino: mentre ripeti la frase da te scelta, immaginati un vortice di energia color rosso che gira in senso orario che si allarga se inspiri e si restringe mentre espiri.

All’inizio può risultare difficile e ti succederà di distrarti; con la pratica da 2 o 3 minuti fatti con difficoltà, riuscirai ad aumentare il tempo, a ritrovare la calma e a rilassarti con più facilità. Altri piccoli benefici che si possono ottenere, portando in equilibrio il primo chakra, sono aumentare la fiducia in se stessi, liberarsi dalle paure o dall’ansia, riuscire a lasciare andare le tensioni, le preoccupazioni e anche sentire meno dolori nel corpo.

Se vuoi approfondire alcune tecniche che portano beneficio e energia di guarigione puoi leggere alcuni articoli che usciranno a breve o chiedere una consulenza gratuita, contattandoci.
Ci sono due pratiche che io utilizzo su me stessa e sugli altri e che preferisco rispetto ad altre: il Reiki e il Tetha Healing.
Con entrambe, anche unite fra loro, si ottengono straordinari risultati sul corpo, la mente e l’anima. Le sessioni, anche a distanza, aiutano a canalizzare l’energia e lavorare in modo da eliminare quelle barriere che ci ostacolano nello stare bene e nel raggiungere i nostri obiettivi.

Ti senti gli occhi affaticati?

Hai problemi ad addormentarti, disturbi d’ansia e difficoltà a concentrarti?

Hai già sentito parlare della luce blu emessa dagli schermi?

Se vuoi saperne di più leggi il nostro articolo:

Troppe ore seduti davanti al computer, tablet o cellulare?

Senti la schiena incurvata e rigida?

Se vuoi qualche suggerimento per stare meglio leggi il nostro articolo.

MUDRA-YOGA DELLE MANI: Il Rilassamento Profondo

Questo MUDRA vi aiuterà a sciogliere le tensioni, avrà un effetto profondamente rilassante e vi aiuterà a prendere sonno.

Con il pollice e l’indice di entrambe le mani forma un cerchio e appoggia le punte delle altre dita libere su quelle corrispondenti dell’altra mano.

I due cerchi si toccano nei punti di contatto.
Mantenere la posizione per 15 minuti e da ripetere 3 volte nell’arco della giornata.

La TUA ENERGIA e il troppo TEMPO davanti agli SCHERMI

Postura, occhi e energia.

Dopo aver letto questo articolo prova a spegnere cellulare, computer, tablet solo per un po’. Ne sentirai beneficio agli occhi e alla postura del corpo. Anche il tuo corpo energetico starà meglio, in particolare se riesci a fare qualche movimento e qualche esercizio di respirazione.
Iniziamo subito con il dire che se passiamo troppe ore seduti davanti al computer, tablet o cellulare, la nostre spalle si chiudono e si piegano in avanti, il braccio e la spalla del mouse vengono sottoposti a sforzo e la spalla del mouse risulta più avanzata rispetto all’altra. Dunque un primo danno fisico e visibile è alla colonna vertebrale. Inoltre la nostra energia vitale si muove all’interno della nostra colonna, ma cosa succede se questa è incurvata e non flessibile? E’ come se in autostrada ci fossero dei lavori in corso e la strada si restringesse da 2 a 1 corsia. Le auto continuano a procedere lo stesso, ma tutti vanno più lenti. Allo stesso modo l’energia vitale fluisce più lentamente se la nostra schiena è incurvata e in torsione.

Un altro disturbo di cui ci possiamo rendere conto è l’affaticamento degli occhi, che può portare anche a vedere meno bene da lontano. Anche il nostro “terzo occhio” ne risulta danneggiato, o meglio il chakra così chiamato.

Il sesto chakra, associato alla luce e al colore indaco, è quello che viene maggiormente colpito dalle troppe ore davanti agli schermi. Infatti, essendo posizionato all’altezza della fronte fra le sopracciglia, viene innondato costantemente dalla luce blu degli schermi e viene sovracaricato.

Questo chakra è una parte importante del nostro sistema energetico, perché è responsabile di molte delle funzioni cerebrali, fra cui intuizione e processo decisionale, memoria e sogni, veglia e sonno.

Quindi le troppe ore passate davanti agli schermi fanno si che il chakra più importante per l’energia vitale sia in DISEQUILIBRIO e che l’ENERGIA FLUISCA più LENTAMENTE.

Luce blu degli schermi


Hai già sentito parlare della luce blu emessa dagli schermi? La luce blu, a parità di intensità, ha una frequenza più elevata e dobbiamo assorbirla in dosi regolari.

Ogni giorno immagazziniamo luce blu emessa dal sole, ma cosa succede se ci esponiamo troppo a questa frequenza di luce? La luce blu assimilata rischia di rimanere “bloccata” nel nostro corpo danneggiandolo. I disturbi più comuni sono problemi del sonno e emotivi, effetti negativi sulla memoria, sulla concentrazione e più in generale al cervello.

Cerchiamo di capire perché: la luce blu sopprime la produzione di melatonina, che ci permette di addormentarci. Se non si dorme abbastanza, si abbassano le difese immunitarie, si è più irritabili, si fa più fatica a gestire le emozioni e quindi anche le relazioni sociali sono più impegnative e aumenta la nostra ansia.

Dunque cerchiamo, se possibile, di limitare il tempo passato davanti agli schermi e adottiamo alcune precauzioni per ridurre i danni al nostro corpo e alla mente.

Qualche rimedio

E ora qualche rimedio o soluzione per bilanciare quello che abbiamo detto fino ad ora. Vivendo in un mondo sempre più tecnologico, può sembrare molto difficile evitare i rischi che derivano dall’uso eccessivo degli schermi e della luce blu. Possiamo, comunque, sforzarci e limitare un po’ il tempo passato sui social o fare qualche partita in meno sul cellulare. Insegniamo anche ai nostri ragazzi ad usare un dizionario invece di cercare tutto sul web, questo avrebbe anche altri risvolti positivi per lo sviluppo di alcune capacità psico-motorie.
Un altro piccolo accorgimento è programmare delle pause: ogni 20 minuti passati davanti allo schermo programmiamo almeno 20 secondi in cui non guardiamo lo schermo ma guardiamo lontano. Così facendo otterremo due benefici: il primo distogliere lo sguardo dalla luce blu e, guardano lontano, facciamo anche lavorare i muscoli dell’occhio per la visione da lontano e quindi contro la miopia.

Per contrastare le luci blu, possiamo diffondere nell’ambiente della luce arancione-rosso. Il colore rosso infatti ha una frequenza bassa che contrasta quindi la frequenza alta del blu; la luce rossa controbilanciando il blu, permette al sistema energetico di essere in maggiore equilibrio.

Come ti può aiutare il Reiki

Se senti gli effetti negativi che abbiamo descritto sopra, la pratica del Reiki ti può essere di aiuto per ridare EQUILIBRIO al tuo sistema energetico e dare SOLLIEVO agli occhi e alla schiena.
Per coloro che non praticano Reiki in prima persona, suggeriamo di iniziare con una semplice prova di canalizzazione dell’energia.
Un grande vantaggio del Reiki è la possibilità di aiutare le persone anche a distanza.
Se vuoi saperne di più, CONTATTACI e saremo felici di darti tutte le informazioni.

Annunci

Se sei arrivato fin qui, è ora di prendere una pausa di almeno 30 secondi.
Buon relax e a presto.

Un’ultima cosa: se preferisci essere contattato dal nostro esperto, inserisci il tuo nome e email o telefono. Se hai un giorno preferito puoi indicarcelo.


Capelli opachi, spenti e con le punte secche?

Impacco nutriente: banana e panna.

Ecco il nostro RIMEDIO NATURALE contro i danni provocati dal  clima invernale, della pioggia e della neve.

La crema proposta vi aiuterà a ravvivare e nutrire i vostri capelli grazie alle proprietà emollienti e nutritive della banana.

Fate un impacco con una banana matura e un cucchiaio di panna montata, distribuirlo sui capelli asciutti, tenerlo in posa circa 30 minuti e poi risciacquare e lavare i capelli con i vostri soliti prodotti.

I colori parlano di noi…

Ruba tutti i colori del mondo e dipingi la tela della tua vita eliminando il grigio delle paure e delle ansie.
Abbandona i tuoi vecchi abiti mentali e vestiti di allegria.
(Omar Falworth)

I colori che utilizziamo per gli abiti e per il make up parlano di noi, della nostra personalità, della nostra vita, di quello che siamo o che vorremmo essere.

Rilassamento con semplici gesti delle mani.

I MUDRA chiamati anche YOGA delle MANI, sono gesti delle mani tanto semplici quanto potenti, in grado di agire ad un livello molto profondo sia sul corpo sia sull’anima, capaci di risvegliare l’energia e favorire il rilassamento.

YOGA DELLE MANI

AUTOSTIMA

“Quando conosci il tuo reale valore, nessuno potrà farti sentire inutile”.
ANONIMO

L’autostima è l’idea che ognuno ha di quanto lui stesso vale ed è fondamentale per ottenere il meglio dalla vita.
Lavorare sull’accrescere la propria autostima è possibile e porta a vivere meglio con se stessi e con gli altri.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: